Agriturismo Zaro


Porco boia ! by CultCorner.info
luglio 8, 2011, 4:26 am
Filed under: news

Eravamo in pochi però ad applaudire ci ha aiutato anche un cane, faceva freddo e molto umido…………
Porco boia! è mai possibile che a luglio ci sia sto tempo?
Si è possibile, peccato, meritava qualcuno in più perchè son bravi sti ragazzi. Unire la poesia alla musica, piacevole d’ascoltare: c’erano due chitarre, un basso e una mezza batteria. Affiatati. Dopo lo spettacolo siamo rimasti con loro, stesi sui tronchi, a berci la tisana di tiglio, a guardare le stelle a parlare di precariato, di scuola, poi inspiegabilmente faceva anche meno freddo, ci siamo goduti il fuoco, che bello. Piero è un professore di italiano, un bravo professore, leggete le sue poesie. Grazie d’esser venuti caro Piero & c.
Anna, domenica 10/07. Anna Romano un’amica, un’artista, un’attrice, anni che lavora in teatro, una persona speciale in “Zitto per un minuto” di Saverio Bari.
Vi aspetto, merita …… mandi Toni.



Domenica 10 luglio per Boris & Storiis by CultCorner.info
luglio 7, 2011, 4:53 am
Filed under: news

Anna Romano in :Zitto per un minuto” di Saverio Bari

Il silenzio delle stelle, delle notti sopese, dei pensieri che corrono veloci dietro gli occhi in assenza di gravità. Il silenzio di Dio che gioca a nascondino.

Zitto per un minuto” è la storia di un povero cristo che nel silenzio riporta alle orecchie del mondo la voce di Dio.
Questo testo di Saverio Bari è profondamente poetico. Alla prima lettura sono stata catturata anzi rapita. “Zitto per un minuto” traccia una linea dritta dalla Grecia antica agli anni 80 in quella parte d’Italia dimenticata che è la Calabria. Designa la filosofia greca a gene. Racconta la storia di un uomo semplice, con una vita umile, che nel silenzio trova il più bello dei discorsi da tenere con se stesso, gli altri e Dio.


Domenica 3 luglio per Boris e Storiis by CultCorner.info
luglio 1, 2011, 7:26 am
Filed under: news

Domenica 3 luglio – Al tramonto del sole

Piero Simon Ostan col gruppo le cose sicure in : Pieghevole per pendolare precario le voci della luna 2011
Presentazione libro

Pieghevole Per Pendolare Precario di Piero Simon Ostan, 2011

Pieghevole per pendolare precario è il secondo libro di Piero Simon Ostan pubblicato dalla casa editrice Le Voci della Luna con prefazione di Gian Mario Villalta.

Il libro viene presentato attraverso una performance che coniuga poesia e musica. La parte musicale è curata dal gruppo “Le cose sicure” progetto nato tra il 2009 e il 2010 essenzialmente come band musicale, ma che da subito si è dedicata anche all’ideazione di letture poetiche accompagnate dalla musica.

Le musiche e i testi delle canzoni presenti nel breve spettacolo sono tutte originali e le poesie sono tratte dal libro Pieghevole per pendolare precario

Le cose sicure sono:

Piero Simon Ostan voce

Denis Bertusso contrabasso elettrico

Marco Bortolozzo percussioni, chitarra

Marco Bizzarro chitarra

Luca Luison chitarra
Piero Simon Ostan

Pieghevole per pendolare precario, Le voci della Luna, 2011

Nato nel 1979 a Portogruaro, dove vive. Nell’ottobre 2006 pubblica per Campanotto editore la sua silloge d’esordio Il salto del salvavita, con prefazione del poeta Giacomo Vit. Nel 2006 e nel 2007 partecipa alla Festa di Poesia di Pordenone e dal 2009 collabora anche alla sua organizzazione. Sue poesie sono pubblicate all’interno delle quattro antologie poetiche Notturni Di_Versi (Nuova Dimensione editore). Nel 2009 e 2010 partecipa a Pordenonelegge.it sia come autore che come collaboratore.

Fa parte dell’Associazione Culturale Porto dei Benandanti di Portogruaro con la quale organizza eventi culturali come il Piccolo festival di poesia: Notturni Di_Versi e Orchestrazione. In particolare assieme al gruppo I Poeti Benandanti partecipa a numerosi readings e perfomances poetiche.

Nel 2011 ha pubblicato la sua seconda raccolta Pieghevole per pendolare precario edito da Le voci della luna con prefazione di Gian Mario Villalta. E’ insegnante di lettere alle scuole medie.
Dalla prefazione di Gian Mario Villalta

“Giocando con il tono dimesso e i luoghi comuni poetici, l’aspetto formale e linguistico di queste poesie gioca invece una posta molto alta, scommettendo sulla soglia di abbassamento possibile della tonalità lirica, fino al dialetto più tritamente quotidiano, per ottenere un’attenzione più disarmata e fare breccia nelle difese del lettore. La tremenda consapevolezza di dover lavorare sulle banalità, comuni a tutti, sui cascami di una vita quotidiana omologata e scandita dall’immaginario altrui, lo porta a mostrare l’amaro margine di ciò che di insensatezza e di rancore, di amore e di devozione ci resta proprio”.

Informazioni

Tel. 340 3022429

E-mail pso1@libero.it



un poe che ? by CultCorner.info
giugno 29, 2011, 9:34 pm
Filed under: news

Un poema.
Buona sera.
Domenica passata : la Gigia, una storia , una storia vera ,una storia vissuta, una storia di guerra, di disperazione, di povertà, di sfiga.
Un poema e in dialetto veneto per di più. Io per mia ignoranza non sapevo bene cosa fosse un poema ma poi lì ho capito, mi si è srotolato davanti questo racconto così intenso col silenzio e l’attenzione tipici di boris & storiis, con la voce calda di Cristina, quella acuta di Tiziano e la bravura indiscussa di Andrea che ha cantato dei pezzi impossibili senza l’aiuto della musica. Nessuno ha avuto il coraggio di applaudire fino alla fine per non rompere la tensione raggiunta, alla fine, poi però io nel applaudire mi sono alzato in piedi.
Domenie che ven , restiamo seri : Piero Simon Ostan col gruppo le cose sicure in : Pieghevole per pendolare precario le voci della luna 2011.
Come sempre, per saperne di più, visitate il sito agriturismozaro .it così guardate anche il video della prima serata con Tolazzi.
Chi vuol cenare venga presto e chiami lo 0432788187



Il Video della prima serata di Boris e Storiis: Carlo Tolazzi by CultCorner.info
giugno 24, 2011, 7:03 pm
Filed under: news

Prima serata della 5^ edizione di “Boris e Storiis” presso l’agriturismo Zaro con Carlo Tolazzi in “Purcità, elogio del maiale”.

video: zaroluca



Dal purcit no si bute vie nie by CultCorner.info
giugno 23, 2011, 5:22 am
Filed under: news

Buon giorno !
( scrivo come pronuncio )
Dal purcit no si bute vie nie e de scrofe nanchie il numar di telefono.
E poi dati, informazioni, racconti, riferimenti storici e poi di nuovo :
Di, Guido, satu che chist’an o chiol ance io il purcit
Ostie,e la lu tegnistu?
Ma, o chiatarai un puest, lu tignarai in chiase
Madone, cun che puce ?
Ma sii, tu viodaras che si usarà.
Intervallato dalla sua chitarra il racconto è continuato saltando dal senso di colpa per quello che siamo capaci di fare a una povera bestia all’esigenza di nutrirci di cibo, tradizione e cultura.
Posso dire che il centro di aggregazione di Boris ha funzionato ; qualcuno si è rivisto dopo tanto tempo ; qualcuno ha dichiarato che erano anni che non stava davanti a un fuoco così ; qualcuno, essendo presente per la prima volta ha capito il messaggio che vogliamo regalare.
Un Buon inizio.
Domenica 26 /06 “la Gigia “ Cristina Bedetti e Tiziano Lorenzon accompagnati dalla chitarra di Andrea Passarelli recitano la umile vita di una contadina attraverso la storia di Italia ( qualche riferimento in più su agriturismo zaro.it).  Come sempre vi aspettiamo per le 21 e qualcosa se volete cenare prenotate.
P.s
Guido all’incontre la fie di Toni di tredis ains che puarte la scrofe a fecondà e i dis :
Mandi Amelia, la vatu?
o voi a puartà la scrofe dal verro (maschio) a fecondà
ma Dio, no varesial di fà to pari chei lavors?
no no, lui al ul ben nome ale mame.

Mandi Toni



Domenica 26 giugno Boris & Storiis: La Gigia by CultCorner.info
giugno 20, 2011, 8:06 am
Filed under: news

LA GIGIA

di Romano Pascutto

Lettura scenica di CRISTINA BENEDETTI e TIZIANO LORENZON, con accompagnamento alla chitarra e voce di ANDREA PASSERELLI

Cristina Benedetti e Tiziano Lorenzon, con la musica e le canzoni eseguite da Andrea Passerelli, reciteranno a due voci il poema in veneto di Romano Pascutto, poeta di San Stino di Livenza del quale nel 2009 ricorreva il centenario della nascita.

Il poema è dedicato alla figura di una contadina, la Gigia appunto, ed è la commovente e umile biografia di una donna che attraversa la storia d’Italia, con il massacro delle due guerre che le portano via prima il marito e poi i figli, per approdare alla Resistenza e agli scenari del dopoguerra, con la relativa scomparsa della civiltà contadina. Qui si chiude in modo sommesso la povera vicenda umana di Gigia, che assume a tratti toni mitici ed epici, e che nell’uso del dialetto trova la sua espressione lirica più consona.

 

La presentazione è seriosa, ma venite allo spettacolo!

Nella foto, potete vedere Cristina Benedetti (al centro) e Andrea Passerelli (a destra), con alcuni componenti del gruppo “Narrami il mondo”, in una precedente edizione di Boris e storiis. Tiziano Lorenzon, che è l’unico a parlare da autoctono il veneto di Pascutto, è una new entry (pur essendo già frequentatore dell’Agriturismo Zaro)!



Domenica 19 giugno – Boris & Storiis: Purcitâ. Elogio del maiale by CultCorner.info
giugno 19, 2011, 5:18 am
Filed under: news

Purcitâ. Elogio del maiale

Monologo di e con Carlo Tolazzi

Purcitâ rappresenta l’esaltazione di un istinto cannibalico dell’uomo, capace di cibarsi di un animale con cui condivide un anno di frequentazione quotidiana, di un animale cui si affeziona, di una bestia intelligente quanto adattabile, dicono gli antropologi.

Purcitâ è una festa annuale che stimola la socialità, rinsalda amicizie, stabilisce gerarchie, appiana i contrasti, dicono i sociologi.

Purcitâ è paradigma dell’altruismo a cui il maiale è costretto -suo malgrado-, dicono gli animalisti.

Purcitâ è una pratica cruenta e affascinante, dicono i norcini.

Purcitâ è una barbarie, dicono i vegetariani.

Purcitâ non è un bel giorno, dicono i maiali.

Purcitâ è solo un monologo, dico io.

quadro di Sylvain Decavel

Ingresso libero (ampio parcheggio)

Carlo Tolazzi vive e opera a Udine. Ha vinto per due anni consecutivi (1994-95) il premio di narrativa in friulano «S. Simòn» di Codroipo, e per due anni consecutivi il premio omologo «Glemone di îr, vuei e doman» (1996-97). Si è affermato anche in due concorsi nazionali di narrativa in italiano («Carnia-Savorgnan» nel 1992 e «Vileg-Novelle di legno» nel 2000).

Dal 2000 scrive per il teatro: premio «Candoni-Arta Terme» per la nuova drammaturgia proprio nel 2000 col monologo in carnico Resurequie, autore di altri drammi inerenti la storia e la tradizione popolare carnica (Cercivento nel 2003, Indemoniate, scritto con Giuliana Musso nel 2006, Portare nel 2008) e non (Chi di spada nel 2004, Tunnel, scritto con Fabio Alessandrini nel 2009), ha collaborato per la parte in friulano alla drammaturgia di Odissee (2010), e si è anche dedicato alla scrittura comica, vincendo il premio bandito dall’Associazione Teatrale Friulana nel 2005 con l’atto unico a+b>c. Docente alla Civica Accademia di Arte Drammatica«Nico Pepe», fa attualmente parte della giuria del premio di narrativa «S. Simòn» di Codroipo e presiede la giuria del premio «Trê riis» per romanzi brevi in lingua friulana.

e se piove?

Dentro!
se non piove,
fuori sarà freddo
Mandi Toni



Hai presente Tarzan ? by CultCorner.info
giugno 14, 2011, 4:41 am
Filed under: news

Hai presente Tarzan ? ecco .come lui anch’io porto le mani verticalmente al viso e con tutta la forza e voce che ho in gola urlo…………..
Ohooooooooo, oooaaa, oooaaaaaa ah,
Ohooooooooo, oooaaa, oooaaaaaa ah
é impossibile scrivere questo urlo ma sò che ognuno di noi lo conosce e c’è là in testa.( cliccate il link che avete nella vostra memoria e ascoltate ) Ho provato a ricercare sul Web come scriverlo correttamente, ho perso mezza mattina , ma non ci sono indicazioni però ho trovato questa citazione ; “l’urlo di Tarzan la forza della giustizia che accompagna le sue avventure e le sue sfide nella feroce esistenza cui è destinato ” bello, mi è piaciuto e lo faccio mio.
Insomma anch’io, l’altra sera in bicicletta ,sono salito su, sulla strada per Monte Fosca, al tramonto davanti alla mia meravigliosa foresta e insieme al cu cu e all’ abbaiare del capriolo ho lanciato questo urlo che voglio arrivi fino a voi, fino a te : ( clicca nella memoria )
Ohoooooooooo, oooaaa, oooaaaaa, ah.
E’ un urlo di richiamo, voglio attirare la vostra attenzione,voglio riunirvi qui da me nella foresta attorno al fuoco, voglio riunirvi attorno a Boris & Storiis, si ricomincia dal’ 19 di questo mese tutte le domeniche, il buio, il fuoco, il racconto. Spero, tramite la voce amica dei narratori che si seguiranno, di emozionarvi, divertirvi, colpirvi, di lasciarvi qualcosa in testa per il lunedì mattina ma soprattutto di trascinarvi via da quel caos, da quel casino che ogni giorno vi tormenta. Spero di riuscire anche questo anno ad aver l’ispirazione giusta per tormentarvi con piacere……
I bambini non sono esclusi ma la manifestazione negli anni ha preso intensità, spessore e se pur un paletto innamovibile resta la semplicità stiamo trattando sempre più temi che toccano più noi che loro.
Siamo aumentati, la mail list a cui invio questi messaggi è arrivata ( considerando i gruppi ) pio o meno a 500 persone, mi accorgo così della difficoltà di colloquiare direttamente con tutti nel modo più appropriato ma ho deciso di non farci caso e continuare a scrivere così quello che penso anche a te che magari non sai nemmeno chi sono.
Ricapitoliamo :
Boris e Storiis comincia il 19 /06 con un grande Carlo Tolazzi in : ” Purcità, elogio del maiale”
Visto il mese con le giornate più lunghe dell’anno comincerà un po’ tardino 21/ 21,30 (poi nel corso della stagione il buio viene prima e anticipiamo )
dura si e no un oretta e la partecipazione è totalmente gratuita se qualcuno desidera mangiare invece deve prenotare allo 0432 788187 e non venire tardi perché all’inizio della narrazione per rispetto la cucina tassativamente chiude. Che altro dire : ringrazio come sempre tutti, i narratori che si sono resi disponibili e mi hanno inviato il materiale delle serate in tempo ( trovate il programma completo su : agriturismozaro. it ) Ringrazio Marco che mi ha rifatto il sito e ha lavorato un sacco, ringrazio voi per l’attenzione e ora che ci penso ci sono stato dietro un bel po’ a questa storia ho cominciato a Marzo e forse quell’urlo era anche liberatorio …….
C’è l’ho fattaaaa anche quest’ann0hooooooo, oooaaaaa, ah.

Ps
Dietro a un buon Uomo c’è sempre una grande Donna. Mandi Toni



Mumble mumble by CultCorner.info
aprile 30, 2011, 7:13 am
Filed under: news

Già, mumble mumble, penso e ripenso, ci sono cose che vorrei contrastare cose che mi fanno soffrire e credo che certe sensazioni tocchino anche voi.
In questi giorni sto cercando di organizzare Boris e Storiis. Ogni anno comincio con l’invitare i “narratori” che conosco a un pranzo o cena per creare insieme un calendario sarà per un eccesso di sensibilità ma il messaggio che ho percepito questo anno è stata la difficoltà da parte di tutti a organizzare o fare qualcosa che non sia redditizio. Non per un mancato guadagno ma senplicemente per una mancanza di tempo. Non voglio esser frainteso: capisco benissimo la difficoltà oggettiva di fare qualcosa che piace che però ti ruba tempo a quello che devi fare per soppravivere. Non ho lo spirito per offendere nessuno ma mi rendo conto che è proprio così per tutti noi. Io per primo.Quello che ci muove oggi con tutto quel che c’è da fare è solo il lavoro che ti da reddito o, quanto meno, qualcosa che comunque è inerente a….. La giornata è una sola e alla sera qualcosa devi aver portato a casa così, ci troviamo a scartare tutto ciò che non ci rende. Che vita di Merda ci stiamo creando ! In questo modo scelgliamo (praticamente obbligati) di fare tutto il giorno cose inerenti al guadagno e scartiamo per una mancanza di tempo le cose belle, le cose che si fanno per pazzia, per amicizia , per amore, solidarietà, passione. C’è una dfferenza sostanziale nell’approccio alla vita, al rapporto con gli altri. Il lavoro prevede un metro e parametri diversi per misurare le cose, una certa freddezza, un calcolo, un ritorno, modi e metodi propri del fine stesso del lavoro. Vi esorto a non accettare che questo avvenga nella vostra vita! Vi esorto a non insegnare questa strada ai vostri figli. Vi esorto a lottare per far sì che almeno una piccola parte della giornata non rientri in questi calcoli. Auspico che il falegname faccia qualche lavoro con un buon legno anche se non conviene, consiglio all’avvocato di difendere qualcuno a poco prezzo perchè causa giusta, chiedo al ristoratore di acquistare qualche prodotto sano ma costoso perchè prodotto da un amico.
Vi prego di contrastare questo sistema, non lasciamo che vinca, non lasciamo che CI vinca. Sembrerà una cazzata ma per l’amor di Dio facciamo cose per amore, per ideologia. Inseriamo nel nostro “bisnis” anche altri parametri guardiamo più lontano e sosteniamo col nostro fare cause giuste. Io, nel mio piccolo ci provo,e a parte il cibo (capitolo lungo), faccio qualcosa di speciale: Boris & Storiis un attimo insieme intorno a un fuoco tutto qui e a presto vi faccio sapere. Buona vita Toni Zaro



l'emozione by CultCorner.info
gennaio 26, 2011, 12:03 pm
Filed under: news

L’ emozione :
quella cosa per cui vale la pena vivere.
il sale della vita, quello stato d’animo che proviamo tutti indistintamente.
Poveri, ricchi, fortunati e sfortunati, depressi, abili e disabili schiavi,perseguitati, belli, brutti, potenti, umili, bianchi ,neri, tutti; tutti uguali davanti all’emozione.
L’emozione, quella sensazione forte, profonda, intensa che parte da dentro e ti mette a nudo, ti dice chi sei veramente davanti alla vita.
Quante volte, invaso, travolto da una forte emozione ho ceduto a un pianto copioso e ho pregato l’infinito d’esser ascoltato.
l’emozione ci accomuna, ci è dato di percepire questa forte energia ed è così per tutti aldilà del ceto sociale o culturale di cui fai parte.Ricercala, è facile trovarla tra le cose vere, tra la gente tra la natura, non vivere di noia.

L’ EMOZIONE ……..la mia preghiera.
Mandi Toni.



Nuovo sito ufficiale http://agriturismozaro.it/ by CultCorner.info
luglio 14, 2011, 6:03 am
Filed under: news | Tag: , , ,

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito che comprenderà anche il BLOG!

http://agriturismozaro.it/



Domenica 17 luglio per Boris & Storiis by CultCorner.info
luglio 11, 2011, 5:36 am
Filed under: news

Domenica 17 luglio – Al calar del sole

Anna Romano in :Burnout” quando a fumare siamo noi di Anna Romano

Monologo tragicamente comico di una donna ordinaria e il suo caso affatto singolare di spossamento psichico, fisico e morale. Una panoramica di tutto quello che non trasforma ma deforma il corpo e l’anima nel tragico esercizio della metamorfosi da donna a macchina.
Una dissertazione ilare e dolorosa sulla condizione umana dal punto di vista femminile.

Burnout” quando a fumare siamo noi è un invito semplice a restare umani a dispetto dei tempi. La consapevolezza di una resistenza silenziosa e necessaria contro l’alienazione e il bisogno reale, comune e condiviso di riflettere e rivedere i valori di questa nostra società disastrata dal consumismo delirante.

“… – Non sei à la page!
-No, sono à marge! Meglio sola che male accompagnata. E poi ho una scusa geliale che salva ogni conversazione. Sono un’artista. Peggio di cosi’ non mi viene in mente niente. Anzi, si: sono una donna. Lo so, un dettaglio che complica le cose.“